mercoledì 8 aprile 2009

Pastiera Napoletana- un po' in ritardo

Vorrei tanto essere Luciano De Crescenzo per poter scrivere qualcosa d'interessante e spiritoso sulla pastiera, rinomatissimo dolce pasquale tipicamente napoletno. Invece sono qui davanti ad una pagina bianca a cercare nella memoria qualche ricordo, qualche aneddoto, qualche profumo, che possa " rapire" il lettore e inziarlo alla pratica della " sublime pastiera". Sono quasi napoletana, di Caserta, in realtà ho sempre vissuto al Nord.
Ho quindi pochi ricordi legati alla "nazionalità". Ricordo che attorno a Pasqua zie e nonne cominciavano a far bollire grano e riso per le pastiere e il Casatiello, ricordo profumi di spezie mai più ritrovati. Ma quest'anno come Monsieur Arthens io e la mia " cuochina! ci siamo lanciate alla ricerca di sapori e gusti antichi e tra un fritto misto alla piemontese, e una bagna couda abbiamo sperimentato sapori di cedro e cannella in queste "estasi culinarie" che anche voi potete provare!
Rossi


Ingredienti
per la frolla:
500 g di farina
200g di burro
200g di zucchero
3 uova
scorza grattuggiata di un limone
per il ripieno:
500 g di ricotta
400 g di grano cotto per pastiera
1 cucchiaio di burro
1/2 l di latte
5 uova
300g di zucchero
1 o 2 cucchiaini di cannella
2 bustine di vanillina
cedro
acqua di fiori d'arancio
140g di cedro
scorza grattuggiata di un limone e arancio

1) Preparate la pasta frolla e lasciata riposare per un'ora in frigorifero

2) Mettete il grano in una pentola. Fatelo cuocere a fuoco lento con il latte, il burro e un cucchiaio di zucchero finchè non diventa una crema densa e lasciatela raffreddare

3) Separate i tuorli dagli albumi. Con uno sbattitore preparate una crema con i tuorli e lo zucchero e montate gli albumi a neve.

4) Alla crema di tuorli e zucchero aggiungete la ricotta setacciata, la cannella, la vanillina, l'acqua di fiori d'arancio, la scorza del limone e dell'arancio



5) Aggiungete il grano e per ultimi gli albumi montati a neve.

6)Stendete quindi la pasta frolla molto sottile e foderate una teglia unta e infarinata( oppure usate la carta forno)

7) riempite con il ripieno e con la pasta rimanente decorate la torta con delle strisce posizionate a formare delle croci.

8) Infornare a 150° per circa 2 ore.

Con queste dosi vengono due teglie da 20 cm.


1 commento:

alex.carracher ha detto...

attendo fiduciosa...